5. apr, 2021

05 Aprile - Bianca Maria Sforza

Oggi a a Pavia nel 1472 nasceva Bianca Maria Sforza, figlia secondogenita del duca di Milano Galeazzo Maria Sforza e di Bona di Savoia.
Nel 1494, ventiduenne, fu data in sposa dallo zio Ludovico il Moro all'Imperatore del Sacro Romano Impero Massimiliano I, che era vedovo e aveva diversi anni più di lei. Il Moro ambiva ad ottenere dall'Imperatore l'investitura sul ducato di Milano e Massimiliano dall'alleanza matrimoniale sperava di assicurarsi i territori dell'Italia settentrionale ed il finanziamento per le sue spedizioni militari.
Dopo una memorabile festa di nozze, la sposa partì alla volta del Tirolo: accompagnata da un corteo di dame e gentiluomini tra i quali, forse, anche Leonardo da Vinci, che ne avrebbe tratto le proprie impressioni sulla Valtellina.
Nella foto: Ritratto di Bianca Maria Sforza, imperatrice del Sacro Romano Impero ( 1493 circa) Giovanni Ambrogio de Predis - National Gallery of Art, Washington

Seguimi:
www.eddytur.it
www.instagram.com/eddyiguazu/
www.facebook.com/Eddybedendo/

Oggi a a Pavia nel 1472 nasceva Bianca Maria Sforza, figlia secondogenita del duca di Milano Galeazzo Maria Sforza e di Bona di Savoia.
Nel 1494, ventiduenne, fu data in sposa dallo zio Ludovico il Moro all'Imperatore del Sacro Romano Impero Massimiliano I, che era vedovo e aveva diversi anni più di lei. Il Moro ambiva ad ottenere dall'Imperatore l'investitura sul ducato di Milano e Massimiliano dall'alleanza matrimoniale sperava di assicurarsi i territori dell'Italia settentrionale ed il finanziamento per le sue spedizioni militari.
Dopo una memorabile festa di nozze, la sposa partì alla volta del Tirolo: accompagnata da un corteo di dame e gentiluomini tra i quali, forse, anche Leonardo da Vinci, che ne avrebbe tratto le proprie impressioni sulla Valtellina.
Nella foto: Ritratto di Bianca Maria Sforza, imperatrice del Sacro Romano Impero ( 1493 circa) Giovanni Ambrogio de Predis - National Gallery of Art, Washington

Seguimi:
www.eddytur.it
www.instagram.com/eddyiguazu/
www.facebook.com/Eddybedendo/

Commenti

Aparecida Adélia Camiloti Teixeira Teixeira

11.04.2021 01:28

Mulheres antigamente era meio que nem objeto muitas servia de base de troca por alguma coisa que se tivesse interesse

Ultimi commenti

27.10 | 04:57

Muito bem lembrado! São muitas as implicações e as análises possíveis de interpretação. Aqui no blog, onde se trata de arte e não de psicanalise ou ética, eu me limito à descrição artistica do mito.

27.10 | 03:33

Eddy, na Grécia Antiga, uma humilhação devia ser retribuída, aquele que não o fazia passava por dupla vergonha, a desonra sofrida e a covardia por não cobrar vingança; em Medéia a questão é ética.

06.10 | 06:35

Sono ansioso di conoscere le due performance.

28.09 | 11:33

👏👏👏

Condividi questa pagina